Logo d'ateneo Unibo Magazine
Home In Ateneo Sofia Rocks all’Unibo: l’ultima puntata con il Rettore Francesco Ubertini

Sofia Rocks all’Unibo: l’ultima puntata con il Rettore Francesco Ubertini

Arriva l’episodio conclusivo della web serie dedicata alla disabilità e interpretata dalla video-blogger Sofia Righetti. Tra gli ospiti, il Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini, lo scrittore che ha inventato gli “umarells” Danilo “Maso” Masotti e Franco “Bifo” Berardi, filosofo e leader del ’77 bolognese

Si chiude oggi il viaggio di “Sofia Rocks – Inviato Speciale”, la web serie coprodotta da Filandolarete e Agenda e diretta da Antonio Saracino, che fino a oggi – a una prima, parziale analisi – è stata vista online da oltre 20.000 persone, senza contare gli spettatori dei canali regionali Trc e Icaro Tv. Nell’ultima puntata, “Fuori sede”, la protagonista Sofia Righetti torna nella Bologna universitaria che lei stessa ha frequentato, per raccogliere storie sugli studenti con disabilità e raccontare le esperienze di chi fa della solidarietà un valore anche al di fuori del proprio percorso di studi. In quest’ultima tappa, la video-blogger – in carrozzina a causa di un intervento mal riuscito all’età di cinque mesi – incontrerà il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna Francesco Ubertini, lo scrittore che ha inventato gli “umarells” Danilo Masotti e Franco Berardi, filosofo e leader del ’77 bolognese.

video

Sofia ha vissuto per cinque anni da fuori sede a Bologna, dove lo scorso luglio si è laureata in Scienze Filosofiche. Il bilancio della sua esperienza è positivo. Come spiega il Rettore Francesco Ubertini, l'Alma Mater mette a disposizione dei suoi iscritti il Servizio studenti disabili, per affiancarli dal loro ingresso e durante tutto il percorso di studi. Per confrontarsi con qualcun altro che come lei ha usufruito del servizio, Sofia incontra Camilla di Pace, ex studentessa laureata al Dams e cieca: durante il suo percorso, Camilla ha stretto molte amicizie proprio con i volontari dello sportello, che per lei ha rappresentato anche l’occasione per conoscere nuove persone.

L’università non è solo studio, ma è prima di tutto un’esperienza di vita: questo è il messaggio che raccoglie Sofia dai suoi ospiti. E se sei disabile e sei un fuori sede, la tua disabilità diventa parte della città che ti accoglie e la rende più ricca.

Le musiche originali di “Sofia Rocks – Inviato Speciale” sono composte da Luca Giovanardi, chitarrista, cantante, compositore e fondatore della band emiliana Julie’s Haircut, già autore di numerose colonne sonore. In coda alla puntata “Amore disperato” è stato selezionato un brano della band italiana indipendente Non voglio che Clara, dal titolo Gli anni dell’università (album “Dei Cani”, Sleeping Star 2010).

Le puntate della web serie, pubblicate sul sito e sulla pagina Facebook “Sofia Rocks – Inviato Speciale”, vanno inoltre in onda ogni settimana su due importanti tv locali dell’Emilia-Romagna: tutti i giovedì sera, alle ore 20.05, su Trc (replica il venerdì alle 14.35), e tutti i mercoledì su Icaro Tv alle ore 21.30 (replica sabato alle 18.45).

La web serie è prodotta da Filandolarete, casa di produzione video, e da Agenda, agenzia multimediale con una attenzione particolare al giornalismo sociale. Il progetto è stato realizzato grazie ai finanziamenti di Emilia-Romagna Film Commission, al contributo del Programma Autonomy del Gruppo FCA, la collaborazione di CIP (Comitato italiano paralimpico) dell’Emilia-Romagna, Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio, Cineteca di Bologna e con il patrocinio del Comune di Bologna. “Sofia Rocks – Inviato speciale” è distribuito da PMG Group.

 

Autore: Viviana Sarti