Unibo Magazine Unibo Magazine
Home In Ateneo Ecco gli "Ambasciatori di Bologna": tanti arrivano dall'Alma Mater

Ecco gli "Ambasciatori di Bologna": tanti arrivano dall'Alma Mater

Il riconoscimento è consegnato alle personalità che hanno contribuito a far diventare Bologna sede di prestigiosi eventi: tra i 13 premiati, sei sono strettamente legati all'Università di Bologna, a partire dalla prorettrice per le relazioni internazionali Alessandra Scagliarini


La prorettrice per le relazioni internazionali Alessandra Scagliarini, ma anche i docenti Unibo Stefano de Miranda, Roberto Di Bartolomeo, Roberto Verdone, Fiorella Sgallari e l'ex rettore e professore emerito Fabio Roversi Monaco. C'è una nutrita rappresentanza dell'Alma Mater tra i nuovi "Ambasciatori di Bologna", l'iniziativa promossa dal Bologna Convention Bureau che premia le personalità che hanno contribuito a far diventare Bologna sede di prestigiosi eventi.

I primi 13 Ambasciatori sono stati nominati lunedì 12 marzo con una cerimonia in Cappella Farnese di Palazzo d'Accursio. Nato da un’iniziativa di Bologna Convention Bureau – la divisione di Bologna Welcome che si occupa di promuovere la città sul mercato dei congressi e degli eventi nazionali ed internazionali –, il progetto si rivolge a quelle personalità del mondo accademico, medico, scientifico, professionale, imprenditoriale, sportivo ed istituzionale della città, interessate a candidare Bologna comesede di un futuro evento congressuale o di altra tipologia, diventando così davvero "Ambasciatori" del territorio e contribuendo a migliorare la visibilità della destinazione ed il suo sviluppo scientifico, culturale ed economico.

Tra i premiati, molti nomi sono strettamente legati all'Università di Bologna: Alessandra Scagliarini, prorettrice per le relazioni internazionali all’Alma Mater; Stefano de Miranda, coordinatore del corso di laurea magistrale in Civil Engineering; Roberto Di Bartolomeo, direttore dell'Unità Operativa di Cardiochirurgia del Policlinico di Sant'Orsola di Bologna; Roberto Verdone, professore ordinario di Telecomunicazioni; Fiorella Sgallari, professoressa ordinaria di Analisi numerica (promotrice dell’evento SIAM Conference on Imaging Science SIAM IS 2018); Fabio Roversi Monaco, presidente di Genus Bononiae - Musei nella Città.

Inoltre, il titolo di "Ambasciatore di Bologna" è andato anche a: Patrizio Bianchi, assessore a coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro della Regione Emilia-Romagna; Antonio Chiarenza, presidente HPH Task Force on Migration, Equity & Diversity - TF MED; Morena Diazzi, direttrice della Direzione Generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa presso la Regione Emilia Romagna, Marco Musiani, dirigente di ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche - ICMATE Padova; Giorgio Palandri, neurochirurgo presso l'Istituto di Scienze Neurologiche di Bologna; Andrea Stefani, Project Leader di UEFA UNDER 21 Championship Italy 2019; Isabella Seràgnoli, presidente della Fondazione MAST.