Logo d'ateneo Unibo Magazine
Home In Ateneo Natale Unibo: gli auguri del Rettore accompagnati da un omaggio musicale

Natale Unibo: gli auguri del Rettore accompagnati da un omaggio musicale

"Non sono auguri semplici quelli che sto porgendovi in occasione delle prossime feste. Auguro a tutte e a tutti di condividere nel calore degli affetti privati il valore che contraddistingue la nostra grande comunità. E vi lascio con i gioiosi canti di Natale registrati dal nostro Collegium Musicum nel Cortile d’Ercole"

Gli auguri del Rettore Francesco Ubertini concludono questo 2020, accompagnati da un omaggio musicale dedicato alla comunità universitaria e realizzato dal Collegium Musicum Almae Matris.

video

Care tutte e cari tutti,

non sono auguri semplici quelli che sto porgendovi in occasione delle prossime feste. Sono auguri pieni di affetto, di ammirazione, di riconoscenza, e di tanti altri sentimenti che ci hanno uniti per un anno intero, avvicinando sempre più il lavoro e la vita privata.

Vorrei che tutti sentissimo l’importanza di far parte di una istituzione così forte da averci protetto anche in mesi duri, quando abbiamo dato il meglio per resistere e per non interrompere il filo che ci lega e che giustifica ogni giorno il nostro lavoro. Abbiamo fatto il possibile, non ci siamo mai tirati indietro di fronte alla responsabilità, abbiamo lavorato ognuno per l’altro.

Oggi possiamo dire che l’Ateneo è riuscito a funzionare dando il meglio proprio nelle difficoltà. Dobbiamo essere orgogliosi di questo risultato. Le Feste che stanno per iniziare devono garantire a tutti un meritato periodo di riposo e di serenità da trascorrere con il gruppo ristretto dei nostri familiari e parenti. La serenità che cerchiamo non potrà essere completa, lo sappiamo bene e non possiamo nascondercelo. Sono necessarie ancora molte cautele, dobbiamo essere responsabili e consapevoli non solo per noi ma per la società di cui facciamo parte, per i nostri cari, per gli amici, per i colleghi.

C’è un'unica ragione che ci deve guidare: quello che oggi facciamo darà i suoi frutti nei prossimi mesi, nei prossimi anni. Queste Feste così complesse saranno il fondamento di tante Feste più felici.

Auguro dunque a tutte e a tutti di mettere a frutto quanto abbiamo imparato, con la consapevolezza di poter ricominciare dopo le vacanze con nuove energie e con l’orgoglio che segna il cammino dell’Alma Mater. Auguro a tutte e a tutti di condividere nel calore degli affetti privati il valore che contraddistingue la nostra grande comunità. E vi lascio con questi gioiosi canti di Natale registrati dal nostro Collegium Musicum nel Cortile d’Ercole.


Rettore Francesco Ubertini



Nella suggestiva cornice del Cortile dell'Ercole di Palazzo Poggi, illuminato dalle decorazioni natalizie, un gruppo di coristi e coriste diretti da Enrico Lombardi ha interpretato alcuni grandi classici della tradizione natalizia: Adeste fideles, un canto antico in latino le cui origini si perdono nei secoli; Deck the Hall, composto a fine Ottocento e che rimanda, con le sue strofe ritmate, alla gioia delle decorazioni natalizie; infine, Stille Nacht, la più tradotta, la più amata, qui nella versione elaborata appositamente per il Collegium da Enrico Lombardi.