Logo d'ateneo Unibo Magazine

Lutto in Ateneo: è scomparso il prof. Vittorio Rizzoli

Ha insegnato Campi Elettromagnetici e Sistemi di Antenne durante la sua carriera in Alma Mater. Tra i principali meriti della sua attività di ricerca vi è lo sviluppo del primo strumento di progetto assistito dal calcolatore (CAD) di circuiti non lineari ad alta frequenza

E’ scomparso, lo scorso 25 agosto, Vittorio Rizzoli, docente di Campi Elettromagnetici dell’Università di Bologna.

Nato a Bologna il 26 gennaio 1949, si è laureato, all’età di soli 22 anni, alla Scuola di Ingegneria dell’Università Bologna, nel luglio 1971. Nel 1973, ha lavorato presso la Hewlett-Packard Company, Palo Alto, CA, nell’area della modellistica dei circuiti integrati e dei dispositivi di potenza a microonde. Dal 1974 al 1979, è stato Professore Associato di Campi Elettromagnetici all’Università di Bologna, dove è diventato Professore Ordinario nel 1980. Dal 1997 al 2000 ha svolto il ruolo Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni.

I suoi principali temi di ricerca si sono rivolti all’area della simulazione e progetto dei circuiti non lineari a microonde, con particolare attenzione dedicata alle tecniche di Computer Aided Design (CAD) per problemi numerici di grandi dimensioni, al progetto elettromagnetico di circuiti integrati a microonde ed onde millimetriche, e alla co-simulazione non lineare/elettromagnetica di interi sistemi wireless. E’ stato autore e co-autore di più di 220 contributi scientifici, la maggior parte dei quali pubblicati su importanti riviste internazionali del settore o presentati a selezionate conferenze internazionali. Su queste tematiche, ha partecipato ad un vasto numero di progetti di ricerca finanziati da Istituzioni nazionali ed internazionali, in molti casi nel ruolo di ricercatore responsabile del progetto.

Dal 1987 al 2002 ha coordinato un programma di ricerca applicata, basato su una cooperazione tra il Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica dell’Università di Bologna e la azienda Compact Software Inc. (New Jersey, USA), con lo scopo di sviluppare il primo strumento software per l’analisi ed il progetto di circuiti non lineari a microonde. L’insieme di algoritmi frutto della collaborazione è stato (ed è tutt’ora) sistematicamente impiegato dai laboratori industriali di R&D di tutto il mondo.

Il suo approccio rigoroso ai problemi teorici, ha infatti consentito di estendere i complessi concetti della dinamica non lineare e della teoria del controllo all’analisi dei circuiti a microonde. Il Prof. Rizzoli è stato, infatti, il primo a sviluppare la teoria completa per l’analisi di stabilità in regime di piccoli e grandi segnali, senza le limitazioni delle metodologie precedenti. Ha pubblicato per primo l’estensione del criterio di Nyquist all’analisi di stabilità di regimi periodici. Questo risultato ebbe un’enorme importanza per il conseguimento di risultati affidabili nell’analisi numerica di circuiti non lineari a microonde. Ha inoltre sviluppato potenti ed originali metodologie per il calcolo numerico del rumore di fase negli oscillatori.

Il Prof. Rizzoli è stato membro dell’ Editorial Board di IEEE Microwave and Wireless Components Letters, IEEE Transactions on Microwave Theory and Techniques, e di John Wiley's International Journal of RF and Microwave Computer Aided Engineering. Negli anni 2005/2007 è stato Associate Editor della prestigiosa rivista IEEE Transactions on Microwave Theory and Techniques. Dal 1987 al 1995, nel 2002 e 2009, ha fatto parte del Technical Program Committee della più importante conferenza europea del settore delle micronde, la European Microwave Conference. Nel 1995 è stato il Chairman della 25-esima European Microwave Conference che si tenne a Bologna. Nel 1995/96 fu anche Chairman del Management Committee della European Microwave Conference. Nel 2001 ha organizzato e presieduto, nell’ambito della 31-esima European Microwave Conference tenutasi a Londra, una Sessione Speciale su Guglielmo Marconi dedicata alla celebrazione del primo centenario della trasmissione trans-oceanica di un segnale radio avvenuta nel 1901. Nel 1990 il Prof. Rizzoli è stato nominato dalla IEEE “Distinguished Microwave Lecturer” della IEEE MTT‐Society per la Regione 8. In questa veste, nel periodo 1990/1993 ha tenuto 15 conferenze presso le principali istituzioni scientifiche in Europa, U.S.A. e Medio Oriente (Israele) su "Simulation and Design of Nonlinear Microwave Circuits". Nel 1994 è stato eletto Fellow dell’IEEE con la citazione "For Contributions to the Simulation and Design of Nonlinear Microwave Integrated Circuits". Dal 1999 al 2007 è stato membro del Technical Program Committee dell’IEEE MTT‐S International Microwave Symposium. Nel 2018 è stato il primo studioso ad essere insignito del prestigioso premio “EuMA Pioneer Award 2018” per il suo contributo pionieirsitco nel campo del CAD a microonde.