Unibo Magazine Unibo Magazine
Home Sport Ultimate frisbee. L'Italia a trazione Cusb conquista l'argento mondiale

Ultimate frisbee. L'Italia a trazione Cusb conquista l'argento mondiale

Si ferma in finale contro gli Stati Uniti l'avventura degli azzurri in Australia

I sogni, alle volte, svaniscono all'alba. La formazione italiana under 24 di ultimate frisbee - a forte trazione bolognese, con 15 giocatori del Cus Bologna e uno del Discobolo Pontevecchio - viene battuta nella finale mondiale di categoria che si disputa a Perth, in Australia, dagli Stati Uniti, 15-13. Ma la nazionale italiana (praticamente una rappresentativa dell'Alma Mater Studiorum del Magnifico Rettore Francesco Ubertini, da sempre vicino al mondo del frisbee) confeziona una impresa vera, perché in diretta streaming, nella notte, si collegano da tutta Italia, non solo Bologna ma anche Rimini, Padova, Fano, Bergamo, Como, piazze storiche dell'ultimate. Al PalaCus c'è spazio, nella notte, anche per un maxischermo con più di cento persone che sfidano il freddo per stare vicino alla nazionale.

E la nazionale italiana parte benissimo, 8-4, prima di chiudere il primo tempo sull'8-6. Gli americani, veri maestri della specialità, hanno la testa bassa. L'Italia tocca il 9-6, prima che i maestri decidano di cambiare marcia e raggiungano la parità a quota 11. Si va avanti all'insegna dell'equilibrio fino ai 13, l'Italia manca di mezzo centimetro il punto del 14 pari. Poi, vincono gli americani. Ma il pubblico australiano (più di mille persone) è tutto per gli azzurri del Cus Bologna. Applausi, pacche sulle spalle e sms che partono a raffica da ogni angolo del globo. "Usciamo a testa alta - il commento di Davide Morri, uno dei protagonisti di questo miracolo - abbiamo giocato bene, abbiamo portato avanti un bel progetto che ci darà risultati anche in futuro".

L'ultimate frisbee italiano continua a crescere, il Cus Bologna, come capita ormai da diversi anni, ci mette il carico pesante.

La squadra era composta da Michele Angella (1997, iscritto a Fisioterapia); Gabriele Calarota (1995, Discobolo Pontevecchio, iscritto a Informatica); Gabriel Cazzola (1995, Ingegneria Ambientale); Guglielmo Chini (1996, Matematica); Marco Dellavedova (1994); Ruggero Fermariello (1998, Ingegneria dell’Automazione); Simone Gasperini (capitano, 1996, Fisica); Arturo Laffi (1996, Scienze Motorie); Enrico Mastroianni (1997); Bruno Mine (1994, fresco laureato in Ingegneria Meccanica); Filippo Simonazzi (1996, Matematica); Gabriele Spisso (1996, Scienze Motorie); Luca Tognetti (1997, Ingegneria e Architettura); Alberto Tonelli (1994, Medicina e Chirurgia); Massimo Vagliviello (1996, Accademia di Belle Arti); Riccardo Zanni (1998, Scienze della Formazione). E ancora Luca Contini (1995, Rimini), Michele Farina (1995, Torino), Tobias Mine (1996, Fano, Ingegneria Meccanica), Lorenzo Pavan (1998, Padova), Raffaello Parodi (1997, Como), Tommaso Cesari Semprini (Rimini, Astronomia), Luca Valentini (1997, Fano, Ingegneria e Scienze Informatiche). Staff tecnico: Davide Morri (head coach), Andrea Temporin (vice), Andrea Mastroianni (team manager), Andrea Maio (fisioterapista).