Unibo Magazine Unibo Magazine

Nuoto pinnato. Il Cus Bologna in Italia e in Europa

Gli atleti dell'Alma Mater saranno ad Agropoli, in provincia di Salerno, per i campionati italiani primaverili, ma si preparano anche al debutto internazionale, con la partecipazione alla World Cup che si terrà a Eger, in Ungheria

Campionati italiani primaverili (a dispetto del tempo) di nuoto pinnato velocità: ad Agropoli, in provincia di Salerno, ci sarà anche il Cus Bologna guidato da Roberto Nanetti e da Stefano Mazzarelli. La squadra del braccio sportivo dell'Alma Mater in questa difficile e impegnativa trasferta è composta da Gabriele Bassi, Zoe Bersanetti, Federica Braghetta, Davide Campagnoli, Martina Cesari, Eleonora Cosentino, Christian Degli Esposti, Domenico Giampaolo, Maria Laura Virginia Grasso, Alessandra Harsan, Giada Naldi, Simone Ravagli, Giorgia Rimondini ed Elena Rossi.

Ma la "semplice" dimensione nazionale ormai va stretta al Cus Bologna. Lo si intuisce da quello che il braccio sportivo dell'Alma Mater ha combinato negli ultimi anni. E, soprattutto, nell'ultima stagione quando il Cus Bologna, per la gioia del Rettore Francesco Ubertini, ha trionfato agli Europei universitari di basket - primo successo di sempre di un ateneo italiano in campo continentale - e pure alla rassegna Europea di vela.

Adesso il Cus Bologna cerca la consacrazione internazionale anche con una sezione piuttosto recente (come nascita) ma che ha saputo ritagliarsi spazi sempre più importanti. Stiamo parlando della sezione di nuoto pinnato che, a Eger, in Ungheria, prenderà parte alla prima prova di World Cup.

Per il Cus Bologna, si diceva, è la prima volta con un'esperienza del genere. Per questo motivo il tecnico, Veronica Arrighi, ha scelto una selezione ridotta, ma particolarmente agguerrita. In Ungheria, a tenere alto l'onore dell'Italia e dell'Università di Bologna ci saranno Petra Biondi, Giada Ghini e Andrea Montalti. Il tecnico di riferimento ovviamente sarà Veronica Arrighi.