Unibo Magazine Unibo Magazine
Home Innovazione e ricerca Le nuove varietà di mele Unibo: qualità, conservabilità e sostenibilità

Le nuove varietà di mele Unibo: qualità, conservabilità e sostenibilità

Si chiamano "rosata", "rossa" e "rugginosa": dalla polpa all'acidità, fino alla percentuale di zuccheri nel succo, le analisi hanno confermato la loro capacità di mantenere le principali caratteristiche organolettiche anche a distanza di vari mesi dalla raccolta


Rosata, rossa e rugginosa: sono le nuove varietà di mele selezionate dai ricercatori dell'Università di Bologna
. Gli ultimi test, appena conclusi, ne hanno certificato la qualità sia dal punto di vista organolettico che per la capacità di conservazione, senza dimenticare il tema della sostenibilità e del rispetto dell'ambiente.

Le mele Unibo sono nate da un processo di selezione portato avanti con tecniche tradizionali di incrocio da tre ricercatori del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell'Alma Mater: Roberto Gregori, Stefano Tartarini e Silviero Sansavini. Le tre migliori selezioni, la “rosata”, la “rossa” e la “rugginosa”, sono poi state testate in diverse aree di coltivazione italiane, sia in pianura, che in collina, che in montagna. Infine, con gli ultimi test, conclusi nelle scorse settimane, sono state realizzate prove di conservazione dei frutti in cella frigorifera.

Dalla consistenza della polpa, all'acidità, fino alla percentuale di zuccheri nel succo, le analisi hanno confermato la capacità delle tre mele Unibo di mantenere le principali caratteristiche organolettiche anche a distanza di vari mesi dalla raccolta.


Rosata, rossa e rugginosa hanno in comune sia buone caratteristiche produttive e qualitative che una naturale resistenza a malattie e parassiti. La “rossa”, in particolare, spicca per la sua colorazione, anche coltivata in pianura. La “rugginosa”, invece, ha un aspetto insolito, ma una dolcezza elevata. Infine, la mela “rosata” ha una polpa fine e succosa, un ottimo rapporto zuccheri-acidi e spicca per la sua eccellente conservabilità.

Le tre mele Unibo sono le ultime arrivate di una ormai vasta gamma di varietà vegetali nate dalla ricerca dell'Alma Mater e si affiancano alle ciliegie Sweet e i kiwi a polpa gialla. Piante e frutti che rispettano le esigenze di un’agricoltura sostenibile, ma al tempo stesso sono in grado di competere con i prodotti offerti sul mercato “tradizionale”. Per le mele “rosata”, “rossa” e “rugginosa”, l'Università di Bologna sta ora implementando le necessarie strategie di protezione e valorizzazione con l'obiettivo di trovare partner nel mondo agricolo, vivaistico e produttivo e arrivare alla diffusione commerciale.