Logo d'ateneo Unibo Magazine
Home Incontri e iniziative Ospedale di Sant'Orsola e Alma Mater festeggiano 150 anni insieme con la Lectio...

Ospedale di Sant'Orsola e Alma Mater festeggiano 150 anni insieme con la Lectio di Marc Augé

Al via le iniziative per festeggiare i lunghi anni di collaborazione tra l'Università di Bologna e il Policlinico bolognese. Si parte con una Lectio Magistralis dell’antropologo francese Marc Augé che riceverà per l'occasione il Sigillo di Ateneo
Credits foto: Fundación Cerezales

Si svolgerà sabato 26 ottobre, alle 16.30, presso l'Aula Viola Padiglione 11 - Clinica Medica (Bologna), la cerimonia per i 150 anni di convenzione tra Ospedale di Sant’Orsola e Università di Bologna, sottoscritta il 28 ottobre 1869.

L'evento sarà aperto da Chiara Gibertoni, Direttore Generale Policlinico di Sant’Orsola Malpighi, e proseguirà con i saluti del Rettore Francesco Ubertini e di Stefano Bonaccini, Presidente Regione Emilia-Romagna.

Per l'occasione, l'antropologo Marc Augé pronuncerà una Lectio Magistralis dal titolo “Vocation de l’anthropologie” e riceverà il Sigillo d’Ateneo.

Le iniziative per i 150 anni di Ospedale Sant’Orsola e Alma Mater non finiscono qui. Per ripercorrere, infatti, la storia della costruzione dei padiglioni attuali fino alle scoperte che hanno contribuito alla chirurgia, l’atrio della Clinica Medica è stato impreziosito di nove pannelli sugli eventi che si sono succeduti in questi 150 anni e i risultati conseguiti dal Sant'Orsola e dall'Alma Mater. Accanto ad essi, anche le testimonianze come una selezione dei ferri chirurgici dal 1869 ad oggi, dall’oculistica alla ginecologia, per toccare con mano i grandi progressi che hanno contraddistinto la Medicina in questi decenni.


Marc Augé è un antropologo, etnologo, scrittore e filosofo francese. Noto per le sue ricerche in Africa occidentale, è passato poi ad occuparsi di un’antropologia dei mondi contemporanei e della dimensione globale e cosmopolita che accomuna i popoli coloniali e l’Occidente. Già directeur d’études presso L’École des hautes études di Parigi, è tra i pensatori più significativi dell'antropologia contemporanea.

Credits foto: Fundación Cerezales