Unibo Magazine Unibo Magazine
Home In Ateneo SA. Come funziona l'Osservatorio per la valutazione della didattica?

SA. Come funziona l'Osservatorio per la valutazione della didattica?

Presentata al Senato Accademico la proposta di regolamento per il funzionamento dell'Osservatorio presieduto dal Prorettore alla Didattica, i cui membri saranno nominati a febbraio

Dopo una prima fase che ha visto, nei mesi scorsi, la costituzione di due Gruppi di lavoro istruttori incaricati di elaborare, rispettivamente, una proposta di costituzione e funzionamento di un Osservatorio per la Didattica e di un Osservatorio per la Terza missione, oggi, in Senato Accademico è stato presentato il Regolamento dell'Osservatorio di valutazione della didattica.

L'Ateneo si dota, così, di un importante strumento per garantire la qualità delle azioni intraprese, favorendo la convergenza fra i comportamenti dei singoli e gli obiettivi dell’Istituzione.

Presieduto dal Prorettore alla Didattica Enrico Sangiorgi, l’Osservatorio metterà a disposizione dell’Alma Mater strumenti centralizzati di monitoraggio, auto-valutazione e valutazione delle attività individuali nell’ambito della didattica, per valorizzarle e condividerne le buone pratiche; proporrà indicatori quali-quantitativi che tengano conto dell’impegno necessario, per svolgere in modo soddisfacente le particolari attività formative e della numerosità degli studenti nell’attività formativa stessa; interagirà nei processi di formazione del corpo docente e ricercatore. Potrà inoltre promuovere riconoscimenti per docenti che si distinguono nella didattica e/o manifestazioni d’Ateneo in cui si riconosca ufficialmente l’impegno profuso dal singolo docente.

I dieci componenti dell’Osservatorio, di cui almeno tre con sede nei Campus della Romagna, saranno nominati dal Senato Accademico su proposta del Rettore e scelti sulla base dell’esperienza sviluppata nell’insegnamento, nell'ambito delle diverse tipologie della didattica, e tra chi abbia conseguito buoni risultati nella valutazione da parte degli studenti, garantendo un'adeguata presenza di genere.